"Incipit Offresi" per la prima volta approda a Sestri Levante, che ospiterà dal vivo la settima edizione del primo talent letterario itinerante per aspiranti scrittori.

Il Sistema Bibliotecario di Sestri Levante ospiterà, per la prima volta, sabato 9 aprile, dal vivo, alla Biblioteca del Mare di Riva Trigoso, la settima edizione di Incipit Offresi, il primo talent letterario itinerante dedicato agli aspiranti scrittori, ideato e promosso dalla Fondazione ECM - Biblioteca Archimede di Settimo Torinese, in sinergia con Regione Piemonte. A condurre l’incontro, vero e proprio spettacolo di intrattenimento, gli attori di B-Teatro, con gli interventi musicali di Mao.

Piemonte, Lombardia, Liguria, Valle d’Aosta, Lazio: Incipit Offresi toccherà, quest’anno, cinque regioni. È un format a tappe: la sfida si giocherà a colpi di incipit all’interno delle biblioteche e dei luoghi di cultura, in presenza e/o online, in diretta streaming, da ottobre 2021 a giugno 2022. L’obiettivo non è premiare il romanzo inedito migliore, ma scovare nuovi talenti. In 6 anni Incipit Offresi ha scoperto più di 40 nuovi autori, pubblicato 60 libri e coinvolto più di 10mila persone, 30 case editrici e più di 50 biblioteche e centri culturali. Incipit Offresi è un vero e proprio talent della scrittura, lo spazio dove tutti gli aspiranti scrittori possono presentare la propria idea di libro, incontrare e dialogare con gli editori coinvolti nelle varie fasi del progetto.

Durante ogni appuntamento (19 in totale, più un ballottaggio, due semifinali e la finale) gli aspiranti scrittori avranno 60 secondi di tempo per leggere il proprio incipit o raccontare il proprio libro. La novità di quest’anno è la sfida uno contro uno tra i concorrenti che saranno giudicati dal pubblico in sala, nel caso degli eventi in presenza, e dalla giuria tecnica. Il/la concorrente che, tra i due sfidanti, avrà ottenuto più voti, passerà alla fase successiva, dove avrà ancora 30 secondi di tempo per la lettura del proprio incipit prima del giudizio della giuria tecnica che assegnerà un voto da 0 a 10. Una volta designato il/la vincitore/trice di tappa, si aprirà il voto del pubblico che, da casa, attraverso la piattaforma di voto predisposta dal Comitato Organizzatore, potrà esprimere entro 60 minuti dalla conclusione della gara, la propria preferenza per un altro concorrente. Chi otterrà più voti potrà partecipare alla gara di ballottaggio. I primi classificati di ogni tappa e gli eventuali ripescaggi potranno accedere alle semifinali per giocarsi la possibilità di approdare alla finale, in programma a giugno 2022. Le ultime tre finali sono state presentate da Neri Marcoré, Boosta dei Subsonica e Iaia Forte. I concorrenti primo e secondo classificato riceveranno rispettivamente un premio in denaro di 1.500 e 600 euro; saranno inoltre messi in palio, fra tutti i partecipanti alla finale, il Premio Italo Calvino, Indice dei Libri del Mese, Golem, Leone verde, Coop ed eventuali altri premi assegnati dagli editori.

La partecipazione a Incipit Offresi è gratuita e aperta agli scrittori, esordienti e non, maggiorenni, di tutte le nazionalità. I candidati dovranno presentare le prime righe della propria opera: l’incipit, appunto, un massimo di 1.000 battute con le quali catturare l’attenzione dei lettori e una descrizione dei contenuti dell’opera (max 1.800 battute). L’incipit deve essere inedito (le opere autopubblicate sono parificate alle inedite poiché prive di regolare distribuzione). La gara si svolgerà in lingua italiana. La possibilità di partecipare alle tappe è garantita fino ad esaurimento dei posti disponibili.

La gara di Incipit Offresi sarà trasmessa sulla rete 7WEB.TV e disponibile sulle pagine Facebook e Youtube di Incipit Offresi, l’appuntamento di Sestri Levante sarà disponibile sulla pagina Facebook di Palazzo Fascie Rossi.

Incipit Offresi è un’iniziativa ideata e promossa dalla Fondazione ECM – Biblioteca Archimede di Settimo Torinese e Regione Piemonte, con la collaborazione della Scuola del Libro di Roma e con la sponsorizzazione di NovaCoop.

La tappa di Incipit Offresi di Sestri Levante è realizzata in collaborazione con: il Sistema Bibliotecario di Sestri Levante gestito dalla società in-house Mediaterraneo Servizi, e il Comune di Sestri Levante.

Il Premio Incipit e il campionato sono dedicati a Eugenio Pintore per la passione e la professionalità con cui ha fatto nascere e curato Incipit Offresi.

INFO E ISCRIZIONI

Sabato 9 aprile, ore 18

Biblioteca comunale Fascie Rossi, corso Colombo 50, Sestri Levante (GE)

Incipit Offresi

www.incipitoffresi.it – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

339 5214819

Nell’anno in cui si celebra il centenario di Mario Lodi, il Comune di Sestri Levante, insieme a Mediaterrano servizi e allo staff di Palazzo Fascie Rossi, ha promosso la realizzazione di una serie di iniziative e percorsi didattici incentrati attorno alla figura e al lavoro del grande pedagogista e scrittore, al quale è intitolato anche il nido d’infanzia comunale.

Tutte le iniziative sono state ideate grazie alla creazione di un’ampia rete di soggetti pubblici e privati che contribuirà anche alla realizzazione dei singoli eventi e che ne ha curato l'inserimento nelle manifestazioni culturali della città.

“Un anniversario importante che desideriamo celebrare con il massimo coinvolgimento del tessuto cittadino – dichiara la sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio -. Per farlo abbiamo unito allo stesso tavolo gli operatori culturali ed educativi della nostra città con l’obiettivo di avviare un lavoro di co-progettazione di percorsi e iniziative da sviluppare nel corso dell’anno capaci di coinvolgere scuole e cittadini, i luoghi della cultura e le maggiori manifestazioni della nostra città. Ringrazio tutti i partecipanti al gruppo di lavoro per l’impegno e la passione con cui hanno lavorato per creare questo anno di eventi”.

Il programma dell’anno prevede infatti diverse iniziative che coinvolgeranno non solo l’asilo nido comunale ma anche i luoghi della cultura cittadini.

L’asilo nido comunale Mario Lodi sarà protagonista del progetto educativo dedicato ai libri “Bandiera” e “Il castagno” di Mario Lodi con percorsi svolti dalle educatrici, dal personale della biblioteca comunale e da Alfredo Gioventù, che si concentreranno su esperienze educative-attive di apprendimento. Sarà attivato inoltre un progetto per la fascia 3-6 anni sul tema degli alberi: un percorso didattico ed educativo che coinvolgerà asilo nido e scuola dell’infanzia all’interno dei giardini Mariele Ventre di via XX Settembre (e non solo) partendo dalla lettura di almeno uno dei libri di Mario Lodi, in particolare “Alberi, i bambini non fanno niente per caso”, per costruire una “carta di identità dell’albero”.

La rete dei nidi d'infanzia del Distretto sociosanitario 16 sarà inoltre coinvolta attraverso la formazione in situazione per le educatrici in sinergia con ArteBambini sez. Toscana.

Si attiva anche la collaborazione con ANPI che realizzerà una mostra sulla scuola fascista e la scuola della Costituzione che conterrà anche un pannello dedicato al lavoro di Mario Lodi: l’esposizione è in calendario dal 23 aprile al 2 maggio presso la sala Riccio del palazzo comunale. Inoltre il concorso annuale organizzato con le scuole di Sestri Levante (I.C. Sestri Levante e ISS De Ambrosis Natta) avrà come focus il raffronto tra la scuola di regime e la scuola democratica e sarà dedicato a Mario Lodi.

Anche il MuSel sarà protagonista delle celebrazioni: da marzo, in occasione delle aperture gratuite di ogni prima domenica del mese, riprenderanno i laboratori e le attività per bambini e famiglie che saranno dedicati a Mario Lodi, in collegamento alle tematiche del museo. Un programma di laboratori didattici legati quindi a un libro di Mario Lodi con letture e attività da parte di Daniela Mangini e Alfredo Gioventù, Nicoletta Salamone (libreria Leggi e Sogna), Maria Rocca e altri membri del team di operatori didattici e guide del museo con escursioni guidate sul territorio a tema alberi, contatto con la natura, primavera.

MuSel, Sistema bibliotecario urbano, Alfredo Gioventù e Daniela Mangini, in collaborazione con il CSB, cureranno la mostra bibliografica dedicata al pedagogista che sarà allestita nella sala expo di Palazzo Fascie e che conterrà sia i libri di Mario Lodi che pannelli che approfondiranno la didattica di Mario Lodi partendo da alcuni libri come Cipì, Il castagno, La costituzione per bambini e ragazzi, La mongolfiera, Il corvo e Bandiera.

In calendario anche la realizzazione di una edizione speciale dei laboratori didattici collegati ad Premio e Festival Andersen e destinati alla scuola dell'infanzia e alla scuola primaria dell'IC di Sestri Levante, per la quale sarà richiesto agli operatori di progettare il proprio intervento tenendo conto degli aspetti fondanti della pedagogia di Lodi. Inoltre il concorso di disegno organizzato nell’ambito di Premio e Festival Andersen e centrato ogni anno su un diverso libro per bambini, sarà dedicato a un libro di Mario Lodi. I disegni arrivati confluiranno in una mostra (in programma dal 4 al 12 giugno) al termine della quale verranno premiate le tre opere vincitrici.

Tutte le iniziative in programma sono confluite nei festeggiamenti ufficiali del centenario curato dal Comitato promotore per le celebrazioni del centenario della nascita di Mario Lodi.

Il gruppo di lavoro è composto dal Comune di Sestri Levante, Mediaterraneo servizi - società in house del Comune di Sestri Levante -, MuSel – Museo archeologico e della città -, Sistema bibliotecario urbano, nido d'infanzia comunale Mario Lodi, rete dei nidi d'infanzia del Distretto sociosanitario16, Premio e Festival Andersen, CSB - Centro Sistema Bibliotecario della Città metropolitana di Genova, ANPI sezione di Sestri Levante, I.C. Sestri Levante, ISS Natta Deambrosis, Daniela Mangini e Alfredo Gioventù - artisti, conduttori di laboratori didattici e formatori, oltre ad altri operatori socio culturali ed educatori che lavorano da diversi anni sul territorio in collaborazione con le istituzioni e le associazioni.

Sestri Levante, 16 febbraio 2022

 

Di seguito il comunicato stampa delle iniziative in programma a livello nazionale in occasione del 17 febbraio, giornata inaugurale delle celebrazioni, coordinate dal Comitato promotore per le celebrazioni del centenario della nascita di Mario Lodi.

CiPìaceMario

Centenario di Mario Lodi | Apertura giornata inaugurale delle celebrazioni

17 febbraio 1922 | 17 febbraio 2022

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi introduce le celebrazioni del Centenario

Giovedì 17 febbraio, con una diretta streaming sui canali social

della Casa delle Arti e del Gioco Mario Lodi, si aprono ufficialmente le celebrazioni per i 100 anni dalla nascita del Maestro. La giornata è organizzata in due momenti distinti.

La mattina alle 10.30 saranno protagonisti le scuole e i bambini che hanno risposto, con i loro lavori, al contest Se io fossi Cipì, promosso dall’Impresa sociale Con i bambini in collaborazione con il Comitato Promotore.

Alle 17.00, sempre in diretta streaming, il saluto del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi introduce gli interventi di esperti e pedagogisti che a vario titolo sottolineano

l’attualità di Mario Lodi. A conclusione di questa ideale festa di compleanno, la performance teatrale di Giorgio Scaramuzzino “Cipì e Bandiera – letture sonore”

 

[Piadena Drizzona, Cremona, 11 febbraio 2022] Con l’iniziativa CiPìaceMario, nell’ambito delle celebrazioni “Mario Lodi 100”, un gruppo di intellettuali vicini al maestro e il Consiglio Direttivo dell’associazione da lui fondata nel 1989 – Casa delle Arti e del Gioco - Mario Lodi – aprono le celebrazioni del Centenario. L’intento è festeggiare idealmente il Maestro Lodi nel giorno di quello che sarebbe stato il suo compleanno. Un festeggiamento dovuto all’attualità del Maestro come protagonista di una straordinaria stagione di rinnovamento della scuola italiana, che ha tentato di superare il vecchio modello autoritario per realizzare tra i banchi i valori della democrazia.

Il palinsesto delle celebrazioni, ricco di iniziative, inizia il 17 febbraio e si dipana lungo tutto il 2022. Eventi, mostre, film, seminari, documentari, concorsi, performance teatrali e convegni promossi grazie alla fitta rete di sinergie attivate su scala nazionale e internazionale secondo il pensiero pedagogico del Maestro del “fare insieme”.

Giovedì 17 febbraio 2022, con due eventi in diretta streaming, inizieranno i festeggiamenti che proseguiranno anche nei prossimi mesi.

Con una diretta sulla pagina Facebook di Con i Bambini e sul sito www.conibambini.org, la mattina dalle 10.30 alle 12.00 “Silenzio! Parlano i bambini” il primo appuntamento che vede i ragazzi protagonisti: per la prima volta in un evento pubblico l’attenzione degli adulti è dedicata ai loro desideri, sogni e paure. Ascolteremo i loro racconti concepiti attraverso gli occhi e il cuore di Cipì. Disegni, video, filastrocche, un’esplosione di fantasia e immaginazione per rappresentare il mondo ideale che i bambini sognano a occhi aperti. Quel mondo dove “Se io fossi Cipì” (titolo del contest gratuito promosso dall’Impresa sociale Con i bambini per tutte le scuole) gli anziani non restano isolati, dove l’ambiente è protetto e valorizzato, dove l’inclusione è un abbraccio naturale, dove non c’è spazio per la paura e la tristezza, dove i colori dell’arcobaleno diventano scivolo verso sane emozioni.

I festeggiamenti proseguono nel pomeriggio in diretta streaming sui canali social della Casa delle Arti e del Gioco – Mario Lodi, con il Ministro all’Istruzione Patrizio Bianchi che alle 17.00 introduce i lavori che proseguono fino alle 19.00, e sarà questo il momento che segnerà l’avvio ufficiale del Centenario e la presentazione delle principali iniziative in calendario per tutto il 2022. L’appuntamento pomeridiano prosegue con un dialogo a più voci sul tema “I mondi di Mario Lodi” e si conclude con la performance teatrale di Giorgio Scaramuzzino “Cipì e Bandiera – letture sonore”.

Articoli, saggi e convegni, seminari per studenti e per docenti, diffusione di filmati e documentari, mostre, laboratori per bambini, riedizioni dei più famosi titoli scritti da Mario Lodi, concorsi e altro ancora i contenuti del programma in continuo aggiornamento consultabile sul sito ufficiale del centenario (www.centenariomariolodi.it) nel quale, oltre alle note informative, si valorizzano le esperienze che scuole, associazioni, case editrici promuovono per l’occasione.

Partner del Centenario sono: Casa delle Arti e del Gioco – Mario Lodi, INDIRE, Impresa sociale Con i Bambini, ente attuatore del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, GISCEL, Mind-In.

Le celebrazioni del centenario di Mario Lodi, inoltre, possono contare sulla media partnership di Rai Scuola. Dalla sinergia con Rai Cultura e INDIRE è nata la programmazione di una serie di interviste in onda sui canali Rai a protagonisti del mondo dell’educazione, dell’arte e della cultura che per tutto il 2022 ricorderanno la figura di Mario Lodi.

Per il raggiungimento degli obiettivi prefissati, il Comitato Promotore si avvale della consulenza di un Comitato Scientifico, composto da maestri, ex alunni, e collaboratori di Mario Lodi ed esperti a livello nazionale e internazionale.

 

Febbraio inizia con la ripresa di alcune iniziative in presenza sempre in maniera condivisa tra MuSel – Museo Archeologico e della Città e Sistema Bibliotecario Urbano, pur nel rispetto delle norme di sicurezza.

Il weekend tra il 12 e il 14 febbraio, ci sarà la promozione “Innamorati al MuSel” che invita a visitare il Museo archeologico e della città in coppia al prezzo di uno solo. Tutti coloro che visiteranno il museo in questa occasione riceveranno un piccolo omaggio in ricordo proprio della loro visita.

Il MuSel è comunque aperto regolarmente tutti i giorni, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17, e proprio nelle prossime settimane sarà pubblicato sul portale www.sestri-levante.net il catalogo dell’offerta didattica per prepararsi ad accogliere le eventuali scolaresche, in periodo primaverile o autunnale, o i centri estivi, da giugno in poi, o gruppi di altro tipo.

Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi, tramite il Sistema Bibliotecario Urbano, il MuSel e l’Associazione Culturale A.Bi.Ci., organizzeranno inoltre due presentazioni di libri scritti da autori liguri e degni di attenzione.

Sabato 12 febbraio alle ore 17, in Sala Carlo Bo, al primo piano di Palazzo Fascie, si terrà la presentazione del romanzo Un gelido inverno in viale Bligny di Arianna Destito Maffeo, dialogherà con l’autrice la giornalista e blogger letteraria Virginia Leoni. Una storia intricata, un giallo, che ha sullo sfondo una gelida Milano alla vigilia delle vacanze natalizie…

Arianna Destito Maffeo è nata a Genova dove vive e lavora, laureata in Pedagogia e Fisioterapia. È autrice di racconti presenti in varie raccolte pubblicate tra il 2019 e il 2020. Con Antonella Grandicelli è co-founder e redattrice del blog Themeltinpop.com. Per Morellini Editore ha pubblicato il racconto La lettera contenuto nell’antologia Genova d’autore.

 

Sabato 26 febbraio, sempre alle ore 17, in Sala Carlo Bo, sarà invece presentato il libro “Il paese nell’ombra. Un mistero in Val Trebbia” di Andrea Percivale, anche lui un giovane scrittore genovese (nato nel 1971), vincitore del premio “Città di Torino” e della “Biennale Giano Vetusto”.

Il romanzo, ambientato in Val Trebbia, racconta di un’eclissi di sole che dovrebbe durare pochi minuti e invece non termina, di un paese completamente isolato e di un gruppo di ragazzi in villeggiatura, affetti da una rara malattia della pelle che non consente di esporsi alla luce del giorno e tratta di argomenti di grande attualità, come il pregiudizio, la paura del diverso, l’inclusione senza tralasciare le dinamiche dei rapporti tra il mondo degli adulti e quello degli adolescenti. Conduce la presentazione la giornalista Francesca Caporello.

 

La partecipazione alle presentazioni di libri del 12 e del 26 febbraio è gratuita ma soggetta a prenotazione al numero 0185-478530 o all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Si precisa che per l’accesso è necessario avere il green pass rafforzato e che saranno rispettate tutte le norme anti contagio.

 

Sestri Levante, 1 febbraio 2022

 

Il Tigullio è tra le dieci finaliste della procedura di selezione della Capitale italiana della cultura 2024. La comunicazione è arrivata oggi a conclusione dell’esame delle 23 candidature effettuato dalla giuria costituita dal ministero dei Beni culturali e presieduta da Silvia Calandrelli.

Una grande soddisfazione per i 6 Comuni promotori – Sestri Levante, Chiavari, Rapallo, Santa Margherita Ligure, Camogli, Recco –, per tutti gli (WWW) Comuni partecipanti al progetto e per la Regione Liguria che, con l’assessora Ilaria Cavo ha sempre fornito ampio sostegno al percorso.

“Un primo, importantissimo traguardo che premia un percorso in cui abbiamo creduto fortemente e a cui abbiamo lavorato con grande intensità nei mesi scorsi – dichiara la sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio a nome dei Comuni promotori e di tutti i Comuni aderenti al progetto -. Non posso nascondere una grande soddisfazione che nasce dal riconoscimento ottenuto e anche e soprattutto dalla capacità che abbiamo avuto di lavorare in maniera coordinata e complementare per tutto il territorio. Un ringraziamento, doveroso, va a tutto il team di progettisti che ci ha aiutato a realizzare questo progetto”.

“Arrivare in finale è una grande soddisfazione per tutti noi e per tutto il Tigullio che ci ha creduto. - commenta Ilaria Cavo, assessore alla Cultura e allo Spettacolo di Regione Liguria- È la certificazione di un lavoro serrato e di squadra e contiene un significativo riconoscimento del valore culturale del territorio della nostra regione. Ma c’è di più. Proprio l’impostazione del nostro progetto rivela come dalla messa a sistema delle nostre realtà possano nascere opportunità turistiche, economiche e sociali di grandissimo valore. È questa la Liguria che, partendo dalla cultura e unendo le sue risorse e le sue volontà, offre a stessa e ai suoi visitatori nuove strade e nuovi percorsi di valorizzazione e di promozione del territorio. Il nostro impegno istituzionale, al di là di quello che sarà l’esito finale, è di essere parte attiva di questi fenomeni in modo da assecondare la creazione di questa nuova normalità della Liguria”.

Adesso bisogna affrontare l’ultima sfida che prevede la presentazione dei dossier delle dieci città finaliste alla giuria in un’audizione pubblica, della durata di massimo un’ora. Gli incontri si terranno entro il 15 marzo 2022 presso il Collegio Romano, sede centrale del Ministero dei beni culturali, secondo il calendario e le modalità che verranno rese note a seguire. Sarà la giuria a comunicare, entro il 29 marzo, al Ministro Franceschini la designazione della Capitale italiana della cultura per il 2024, titolo che verrà attribuito da parte del Consiglio dei ministri.

Per impostare tempestivamente e al meglio i prossimi passi è già stato concordato un incontro per domani, 2 febbraio, a Chiavari nel quale amministrazioni e tecnici lavoreranno alla presentazione del dossier Atlante culturale del Tigullio.

Il progetto con cui il territorio si è candidato si basa su una mappatura di tutte le peculiarità del territorio da cui scaturiscono, per gli abitanti e per i loro ospiti, molteplici percorsi di conoscenza e di esperienza della bellezza e della varietà del Tigullio. Un percorso inedito, solido e accogliente che ha incontrato l’apprezzamento della giuria e a cui viene data piena operatività fin da oggi. Si tratta di un’esperienza che per la prima volta unisce le amministrazioni, il mondo associativo e quello accademico nella realizzazione di progetti che mettono al centro la cultura del territorio nelle sue molteplici peculiarità ma che si pone anche l’obiettivo di promuovere sviluppo e crescita con un valore aggiunto per tutta la comunità. Alla decisa volontà di aggiudicarsi il titolo per il 2024 si accompagna la determinazione, da parte di tutte le amministrazioni, a far sì che questo progetto vada avanti, in maniera concreta, a prescindere dall’esito finale della candidatura.